idee, consigli, informazione…perché le tue foto diventino tue opere d'arte!

Stampa foto: la parola d’ordine per uscire dal deserto digitale

Stiamo assistendo ad una evoluzione tecnologica che affascina. Come diceva Vint Cerf già nel 2015 “Dietro di noi un deserto digitale, un altro Medioevo” e aggiungeva “se tenete a una foto, stampatela”.

Le macchine digitali, i siti internet e le varie App che abbiamo a disposizione, ci affascinano. Ci spingono a pensare che tutti i nostri ricordi siano sempre a nostra disposizione. Siamo convinti che i dati siano al sicuro se li conserviamo nel mondo “virtuale” di internet.

Affermazioni come quella di Vint Cerf (uno dei padri fondatori di internet) dovrebbero farci riflettere!

via via che i sistemi operativi e i software vengono aggiornati, i documenti e le immagini salvate con le vecchie tecnologie diventano sempre più inaccessibili. Nei secoli che verranno, gli storici che si troveranno a guardare indietro alla nostra era potrebbero trovarsi davanti a un “deserto digitale” paragonabile al Medioevo, un’epoca di cui sappiamo relativamente poco a causa della scarsità di documenti scritti.

Ti è mai capitato di perdere dei dati o delle immagini perché non avevi fatto dei salvataggi? O ancora peggio: ti è mai capitato di avere dei salvataggi su dispositivi risultati poi inutilizzabili a causa della rapida trasformazione tecnologica?

Cosa puoi fare per evitare certe situazioni? Abbandonare il digitale?

Assolutamente no! Occorre imparare a conoscerlo per sfruttare le potenzialità che racchiude e che offre.

Nell’articolo di oggi

1) ti darò qualche consiglio per imparare a proteggere e salvare le tue immagini

2) ti indicherò qualche motivo per cui vale la pena stampare le tue foto per valorizzarle al massimo.

Salvare immagini (backup)

Mai sentito parlare di backup? Backup di immagini in questo caso: ovvero il salvataggio delle stesse su supporti per garantirne la conservazione! Quindi con un backup abbiamo risolto il problema di perdere le nostre immagini? No. Lo sai che le chiavette USB e gli hard disk hanno una durata limitata dei cicli di scrittura? Oltre al fatto che si potrebbero danneggiare con urti o cadute. Anche i DVD, ritenuti eterni, hanno un limite di vita di circa 10 anni. Lo sai che, per quanto potenti e sicuri e assicurati siano i servizi online di Google, Dropbox, Onedrive non sono garantiti al 100%?

Per dormire sonni tranquilli devi impostare un sistema di backup e devi prevederne almeno due copie.

Perché sistema?

Se sei un appassionato di foto, sai che è facile trovarsi con migliaia di scatti per ogni anno. Cercare la foto che ti interessa in un click può diventare difficile.

Come ?

Quando archivi le tue foto cerca dunque di definire una struttura di cartelle che ti permetta una facile consultazione. E’ vero, ci sono programmi che permettono già una facile archiviazione. Se dovessimo consultare il nostro hard disk da un computer che non ha quel software installato? Mettiamo quindi le basi per una consultazione rapida ed efficiente sempre!

Esempio:

…e così via mettendo come descrizione quella che, secondo te, ti aiuterà ad effettuare le ricerche. Ti dirò di più, se all’interno della cartella c’è qualche foto o immagine che vuoi trovare facilmente, assegnale un nome significativo. Se puoi, evita di lasciare il nome che viene assegnato in automatico dalla macchina fotografica.

Dove?

Dipende dal numero di immagini che hai e dal tipo di lavoro che devi fare con esse. Potrai dunque scegliere se utilizzare due hard disk esterni o sistemi più articolati e professionali come NAS o RAID.

Qui mi fermo. Non voglio sostituirmi ai professionisti del settore. Se navighi un po’ troverai validi articoli che presentano pro e contro e dettagli delle soluzioni di cui ti ho parlato.

Io, con queste poche righe, spero di avere raggiunto l’obiettivo di portarti a comprendere perché e come difendere le tue immagini dai “pericoli” del digitale!

Stampare immagini

Facciamo un passo indietro. Abbiamo parlato di salvataggio di immagini ma cosa c’entra con il fatto che ti ho detto all’inizio: se teniamo veramente ad una foto, dobbiamo stamparla.

Ed è proprio così: solo stampando un’immagine siamo sicuri di non perderla!

Negli anni passati, scattavi le foto poi andavi dal fotografo per farle sviluppare. Lì decidevi il formato in cui stamparle, se le volevi lucide o opache; rientrando le sistemavi negli album. Oggi, l’era digitale ci ha portato ad avere un’infinità di supporti per la stampa. Passiamo dalla semplice carta fotografica, alla maglietta, al mousepad oppure una tazza, una cover, il legno o il vetro…

Se l’immagine di cui stiamo parlando è molto importante, per conservarla ma soprattutto per valorizzarla, nulla di meglio della stampa su tela.

Ti ho già parlato di 3 buoni motivi per scegliere di stampare su canvas, oggi te ne dico altri, sono sicura che concorderai con me che stampare su tela è veramente un’assicurazione sulla tua immagine!

  1. una stampa rende tangibile il ricordo di un istante indimenticabile
  2. un quadro è un’emozione che puoi ammirare ogni volta che ci passi davanti
  3. una stampa su tela è un’emozione indimenticabile che trasformi in un’opera d’arte.

Il mio motto dunque è, e rimane: dalla rete…alla parete!

Stampa foto. Dalla rete alla parete.

a cura di Cristina R.